BBILL79
"SEDUTO AL BUIO"

LE REGOLE: Non immaginare più nulla insieme a lei; Svuota la testa dalla sua immagine;

IL DOPO: Non è facile parlare di queste cose e tanto meno scriverle. C’è un’immagine di me che mi torna spesso alla memoria, anche quando sono in giro, fuori casa o in viaggio. Mi rivedo nei giorni in cui ero disperato e solo, seduto sotto la doccia con la testa tra le mani e il getto dell’acqua calda che mi percuoteva il collo. Quell’immagine descrive bene come mi sono sentito e come mi sento talvolta anche adesso. Non so se capita ad altri, ma credo che sedersi davanti a una delusione così grande come un amore finito, sia la reazione di chi le ha provate tutte, almeno con se stesso. Non mi spaventa più sentirmi solo, mi spaventa pensare che non sono stato niente per chi ho amato. Quell’immagine di me sotto alla doccia, la buio, fermo e silenzioso mi ritorna di continuo. Quella condizione mi dimostra come sono debole davanti d una storia che finisce. Non ho un’idea dell’amore così “pura” o delicata come si può pensare, credo che l’amore sia il sentimento più contraddittorio e soggettivo, oltre che bello che si possa mai provare. Non mi ritengo un rigoroso in amore, ossia non vedo solo con gli occhi della coerenza la mia relazione con la mia lei, però non capisco come una ragazza con cui sei stato ben 3 anni, possa d’un tratto stabilire che l’amore è finito e si torna tutti alle proprie cose. Penso non interessi a nessuno il perché, non serve che dica che io ero a 1.000 e lei si è spenta come una candela o che il nostro rapporto mi vedeva accecato dall’amore e incapace di comprendere che lei si stava spegnendo. Non credo che interessi nessuno sapere come è finita e in che modo e dove. Ho capito come sto io adesso e questo penso di avere la voglia di descriverlo, anche solo con qualche aggettivo e poche parole. Non conosco regole da elencare, so che separarsi da una persona che si ha amato detta delle regole, che tu ci sia, le ascolti oppure che tu le ignori. Io ad esempio non potevo più telefonarle ad esempio, non potevo incontrarla, lei non ha più condiviso nulla con me, neanche lo stesso sport (che facevamo insieme tutti i giorni, correndo sul lungo mare); mi è diventato divieto anche pensarla e parlarne con amici perché avevo rotto le palle a tutti. Ci sono un mucchio di regole, ma non le ricordo tutte adesso, sono solo sicuro che ci sono e nessuno lo dice, forse perché tutti si adeguano e imparano con l’esperienza. Una sola regola mi sono obbligato ad osservare: non immaginare più nulla insieme a lei. E’ sopravvivenza, forse non è una regola, è un sano buon senso, ma ho sentito per mesi interi il desiderio di condividere con lei i miei sogni e le mie sconfitte quotidiane. E non l’ho più potuto fare.

Ordina per data - nick
8.
BBILL79

"SEDUTO AL BUIO"

10.
11.
12.
CONTROLUCE

"CAMMINANDO"

13.
CORY

"CON UN SMS"

14.
DISPERATAEINNAMORATA

"UN RICORDO INCANCELLABILE"