V
"DISPERAZIONE"

LE REGOLE: trascinarsi avanti;

IL DOPO: Avevo 16 anni quando lo vidi per la prima volta ,quegli occhi rimarranno per sempre nel mio cuore...lui aveva 24 anni e fin dal primo sguardo capimmo che c'era qualcosa di speciale... A quell'epoca ero fidanzata con un ragazzo violento , che mi ha fatto vivere per piu di 2 anni con la paura del mondo e di tutti... quella storia fini quello stesso anno,lasciandomi libera ma anche cosi sola e disorientata! Mi ricordo che in quei tempi l'unica speranza che mi veniva a fare compagnia nelle notti piu tristi erano gli occhi di quel ragazzo conosciuto al bar di mia madre ,la quale mi diceva che nonostante fosse passato un anno lui continuava a chiedere di me ... arriv˛ cosi quell'11 agosto in cui finalmente riuscimmo a conoscerci e ad uscire insieme..fin dal primo appuntamento iniziammo ad amarci,il nostro amore sembrava a entrambi un dono di Dio,sia a me che ne avevo passate tante e sia a lui che in quell'anno aveva dovuto subire una grossa perdita...Cosi bruciammo subito le tappe , mi fece subito conoscere suo figlio di 8 anni ,mi presento sua madre e la sua famiglia a dicembre mi ragalo l'anello di fidanzamento e pensavamo gia di andare a vivere insieme ....Io lo amavo alla follia,nonostante tutti mi dicessero che era troppo grande per me che aveva gia un bambino e che i probemi sarebbero stati tanti,ero arrivata ad accetare tutto di lui anche i suoi continui sbalzi d'umore e giustificavo ogni suo comportamento...poi e arrivato il destino che come sempe si diverte a giocare con le persone che piu hanno sofferto ,e in meno di un anno il mio ragazzo subi una seconda perdita rischiando persino lui di morire...Sprofond˛ nel buio ancora una volta,ma questa volta c'ero io che feci di tutto per stargli piu vicino posibile ,furono tre mesi in cui io annullai me stessa per stare con lui ,nonostante avessi anch'io i miei problemi lui veniva sempre prima di tutto ...ma poi ariivo il momento in cui anch'io ero in difficolta e lui non fece assolutamente niente per aiutarmi troppo preso dalle sue cose....Cosi iniziammo a litigare ,a farci del male ad illuderci per tanti mesi,un tira e molla che mi distruggeva un piangere continuo e una sensazion di impotenza che mi portava alla disperazione ,avevo sempre in mente l'idea di suicidarmi; la sua indiferenza per quello che provavo mi uccideva,ogni mattina mi sveglliavo e pensavo che senza di lui al mio fianco nulla aveva piu senso,mi sono tatuata la nostra costellazione sulla spalla perche piu il tempo passava piu avevo paura di dimenticarmi i momenti meravigliosi passati insieme...mi mancava tutto di lui,persino il sorriso di suo figlio al quale mi ero affezionata come se fosse stato il mio,ogni volta che lo rivedevo il mio cuore batteva come impazzito e le lacrime mi rempivano gli occhi,non sono mai riuscita a capire il perche del suo cambiamento ,ma forse ancora Ŕ passato troppo poco tempo per poter riflettere a freddo sull nostra storia...fatto sta che ancora adesso non sono ruscita ad uscirne fuori, ma cerco di trascinami avanti giorno dopo giorno in un mondo che ormai mi sembra tropo nero per poter ritrovare un altro spiraglio di sole...la mia lotta per˛ continua..

Ordina per data - nick
10.
11.
GEMMA

"LIBERA!"

12.
VINCENZO

"AMORE O LIBERTÓ"

13.
14.